Gestione personale

Abbastanza spesso, il manager di qualsiasi livello si trova ad affrontare i problemi di sviluppo organizzativo dell'azienda. Ciò accade quando, nella sua formazione, un'organizzazione (azienda, azienda, impresa, società) ha raggiunto un livello che richiede la sistematizzazione del personale, la comunicazione e le questioni organizzative.

Ci troviamo di fronte a questi problemi nella nostra pratica: la comunicazione aziendale interna ha cessato di funzionare, gli standard sono obsoleti e non funzionano, i funzionari commettono errori sistemici a causa della distribuzione "confusa" dei poteri, il posizionamento di i principali specialisti non sono stati realizzati correttamente e molte altre cose che prima non erano essenziali per lo sviluppo e il rafforzamento dell'organizzazione

Molte delle sfide di sviluppo sono comuni a tutte le aziende. Questa circostanza ha portato allo sviluppo di modelli che determinano le fasi di sviluppo dell'organizzazione e le problematiche che in esse sorgono. Il più famoso è il modello Aizedis

Il modello Aizedis si basa sull'assimilazione di un'impresa a un organismo vivente. Come mostra il modello, non tutte le imprese sopravvivono al loro periodo di massimo splendore; il periodo di massimo splendore è inevitabilmente seguito dalla burocratizzazione degli affari, e poi dalla morte. Il modello Aizedis definisce una serie di pericoli che un'impresa deve affrontare nel suo percorso di sviluppo, ma non risponde alla domanda: quale tipo di stato organizzativo dovrebbe tendere l'impresa per rimanere più a lungo nella fase di fiorente?

Così, al fine di prevenire il processo di "invecchiamento", prima o poi si pone la questione della struttura organizzativa o della ristrutturazione di un'azienda, organizzazione, impresa. Il responsabile dello sviluppo organizzativo ne è responsabile in azienda.

Nota: da non confondere con Business Development Manager. Questo è un obiettivo diverso e una professione diversa. Business Development Manager si occupa dello sviluppo commerciale dell'azienda: sviluppa nuovi mercati e canali distributivi, ricerca nuovi prodotti e nuovi clienti. Questo è vendite + marketing

Il Responsabile dello sviluppo organizzativo è responsabile dello sviluppo organizzativo dell'azienda. Il suo compito è sviluppare (cambiare) la struttura dell'organizzazione in conformità con gli obiettivi attuali e strategici dell'azienda e inserire in modo competente ed efficace i dipendenti dell'azienda con le loro funzioni e responsabilità in questa struttura. E poi attualizzare questa struttura organizzativa, renderla efficace, introdurla nella vita dell'impresa.

Lo sviluppo organizzativo di un'azienda è un'attività di gestione finalizzata all'implementazione dei cambiamenti nelle organizzazioni.

In pratica, ciò significa progettare e implementare modifiche nelle seguenti aree:

  • 1. Sviluppo o introduzione di cambiamenti significativi nella struttura organizzativa e nel numero dell'azienda.
  • 2. Descrizione dei processi aziendali principali e ausiliari dell'azienda.
  • 3. Sviluppo di documenti funzionali per il lavoro delle divisioni strutturali, funzionari, norme e regolamenti aziendali, matrici di responsabilità, ecc. regolamenti locali dell'azienda.
  • 4. Attuazione dei cambiamenti, sviluppo della cultura aziendale: garantire prestazioni di alta qualità delle funzioni da parte di tutti i funzionari.

L'unità responsabile dello sviluppo organizzativo dovrebbe essere assegnata all'attività diretta in queste aree o all'organizzazione e al coordinamento della sua condotta da parte delle unità strutturali adiacenti. In entrambi i casi, responsabile dello sviluppo organizzativo dell'azienda, si consiglia di riportare direttamente al Responsabile e, di regola, ciò viene fatto dal Direttore Sviluppo Organizzativo.

Come, utilizzando l'approccio per processi, organizzare il sistema di gestione del personale di un'azienda, afferma il business coach Alexander Sagalovich.

- La gestione del personale non è sempre svolta in modo sistematico e pianificato. I principi ed i valori che stanno alla base del lavoro con il personale possono non essere formulati, o comunque legati alla strategia aziendale. I sistemi motivazionali possono essere difficili da comprendere e calcolare e la loro efficacia non viene monitorata.

Di conseguenza, l'efficienza dell'azienda diminuisce, il turnover del personale aumenta e alcuni posti vacanti rimangono aperti per molti mesi. La qualità del servizio al cliente diminuisce, i costi reali del personale aumentano (anche se diminuiscono i salari).

In questa serie di articoli, voglio delineare la mia visione di un sistema di gestione delle risorse umane basato su un approccio per processi. Non è accademico, non lo offro come manuale delle risorse umane. L'obiettivo principale è quello di dimostrare i principi in base ai quali si costruisce il sistema di gestione del personale nell'ambito dei processi aziendali aziendali, integrati nel sistema generale di gestione regolare. Consigli specifici sulla gestione del personale in termini di reclutamento, motivazione, ecc. Che incontrerai sono la mia opinione personale, frutto di esperienza e formazione.

Definiamo cos'è la gestione delle risorse umane. Michael Armtsrong nel suo libro "The Practice of Human Resource Management" fornisce la seguente interpretazione: "La gestione delle risorse umane (HRM) può essere definita come un approccio strategico e coerente alla gestione dell'asset più prezioso di un'impresa: le persone che ci lavorano, che collettivamente e individualmente contribuiscono alla risoluzione dei problemi. imprese. Allo stesso tempo, l'obiettivo principale di HRM è garantire il successo di questa organizzazione con l'aiuto delle persone. "

Questa definizione mi sembra coerente con lo scopo di questo articolo. Alcuni autori condividono il concetto di gestione delle risorse umane e "gestione del personale". Ma in questo articolo non è essenziale, userò questi concetti come sinonimi.

Ora alcune definizioni, che ho già dato in altri articoli.

La struttura dei processi aziendali è un modello dei processi aziendali dell'azienda che riflette la gerarchia dei processi e la relazione tra questi, i reparti e l'ambiente esterno attraverso input e output. Tutti gli input / output hanno un proprio fornitore / destinatario: processo, reparto, dipendente specifico, controparte esterna.

Un processo aziendale è un'attività controllata e ripetuta periodicamente, il cui risultato è una determinata risorsa che ha valore per un particolare consumatore (cliente). Il cliente può essere sia interno che esterno.

Pertanto, prenderemo in considerazione principalmente la struttura dei processi HRM, il loro rapporto tra loro, gli altri processi e la strategia dell'azienda.

Poiché il sistema HR contiene alcuni elementi che vanno oltre la definizione dei processi aziendali, utilizzerò un concetto aggiuntivo. Il suo titolo provvisorio è Procedura universale. Questa è un'attività regolamentata che può essere svolta in modo simile nell'ambito di qualsiasi progetto o processo aziendale. Il risultato può essere un prodotto tangibile o informativo che viene utilizzato ulteriormente nel processo o nel progetto.

Tra tutte le sezioni del piano aziendale:

  • Pagina di copertina
  • Memorandum sulla riservatezza
  • Riepilogo esecutivo
  • Piano di investimenti
  • Marketing piano
  • Piano di produzione
  • Piano organizzativo
  • Piano finanziario
  • Analisi dei rischi

è il piano organizzativo che descrive lo staff del progetto, i promotori, le loro quote nella gestione del progetto, le qualifiche e la remunerazione dei project manager, nonché la motivazione del personale.

Se stai scrivendo un business plan per ricevere investimenti per lo sviluppo di un'impresa già operativa, dovrai dimostrare ai potenziali partner che la sua struttura organizzativa è il più efficace possibile. Se stai solo pianificando di aprire un'azienda, una produzione o un punto vendita, dovrai descrivere in dettaglio come assicurerai il funzionamento della nuova attività.

Tutte le informazioni relative alla gestione dell'impresa dovrebbero essere presentate in una sezione chiamata "Piano organizzativo". Inoltre, è questo punto del business plan che preparerà il terreno per la stesura della parte finanziaria del progetto.

Struttura del piano organizzativo del piano aziendale

Forma giuridica

Prima di tutto, in questa sezione è necessario giustificare la scelta della forma di attività. Indica se sei un individuo - imprenditore individuale o il fondatore di un'organizzazione - LLC o JSC. In quest'ultimo caso, è imperativo elencare gli organi sociali e le loro attribuzioni, la composizione dei fondatori, i loro diritti e doveri. Successivamente, è necessario descrivere la struttura organizzativa dell'impresa.

Struttura organizzativa

La struttura organizzativa è la composizione, il sistema di relazioni e funzioni tra i vari dipartimenti dell'impresa, ciascuno dei quali è responsabile della propria area di attività e fa parte del sistema gerarchico dell'organizzazione.

Esistono diversi tipi di strutture organizzative, vale a dire lineari, funzionali, funzionali lineari, ecc. Tuttavia, qualunque sia il tipo di struttura, il tuo compito è sottolineare che è il più efficiente possibile, ovvero: <

La gestione moderna è un insieme di soluzioni volte a migliorare l'efficienza dell'impresa.

Questo strumento è il sistema per la gestione del personale esistente dell'organizzazione.

Tale efficienza è intesa come un approccio alla selezione e all'impiego di dipendenti con le necessarie competenze specialistiche, in grado di svolgere compiti a livello competente.

Le funzioni di gestione del personale dovrebbero includere anche il posizionamento del personale.

Obiettivi e principi dei metodi di gestione del personale

Contrariamente all'approccio conservativo, la gestione delle risorse umane copre tutti i processi dell'azienda.

Ad esempio, oltre alle qualifiche e all'anzianità di servizio previste, le organizzazioni sono interessate alla componente motivazionale di un dipendente.

Dato l'ambito completo delle indicazioni, è necessario indicare gli obiettivi che la gestione del personale raggiunge nel corso dell'applicazione pratica:

  • Pianificazione del trend di sviluppo principale (strategia);
  • Determinare la necessità dell'organizzazione di dipendenti competenti (fondamentale per le organizzazioni di autoregolamentazione), tenendo conto dell'effettiva copertura dei posti vacanti, dei requisiti delle disposizioni normative, delle riserve dei fondi salariali;
  • Sviluppo della tabella del personale, descrizioni delle mansioni, contratti di lavoro locali, accordi di responsabilità;
  • Esecuzione di funzioni dirette derivanti dal concetto di gestione del personale di produzione: reclutamento, adattamento al team esistente. Tra le mansioni gestionali in quest'area rientrano anche il rinnovo definitivo del personale (pensionamento, trasferimento ad altra unità o ad una posizione superiore);
  • Costituzione di una riserva di dipendenti, che sarà utilizzata in futuro per ricoprire posizioni a fronte del turnover del personale;
  • Monitoraggio degli indicatori di performance al fine di determinare le direzioni della motivazione del personale in ogni luogo di lavoro. Ciò dovrebbe includere i criteri che consentiranno ai dipendenti di avanzare nel servizio senza l'influenza del fattore umano;
  • Analisi dei compiti che l'impresa deve affrontare con successiva suddivisione per settore. In questa direzione, vengono formati requisiti specifici per i luoghi di lavoro al fine di sviluppare descrizioni dei lavori, elaborare i materiali prima della prossima certificazione;
  • Sviluppo di programmi di formazione locale al fine di aumentare il potenziale del personale dell'impresa, compresa la pianificazione di formazione avanzata al di fuori dell'organizzazione.

Principi di gestione delle risorse umane

La gestione delle risorse umane come moderna branca di controllo e adeguamento dei processi aziendali interni si basa su criteri specifici e indipendenti.

A differenza dei modelli tradizionali, la metodologia di strutturazione delle risorse implica un approccio unificato e allo stesso tempo indipendente alla selezione del personale.

Questo è impossibile senza osservare i principi sviluppati negli anni:

I neofiti potrebbero chiedere: "Se apro un chiosco di fiori o un bar, perché ho bisogno dei tuoi processi aziendali?" Risposta: non per bruciare, ma per realizzare un profitto ed espandere la tua attività. Per fare ciò, dovrai fare molto lavoro analitico: studiare il mercato, i concorrenti, gli acquirenti e, soprattutto, la tua attività.

Chi sarà in nero: un imprenditore che fa tutto per un capriccio o qualcuno che ha stabilito processi per la selezione del personale e dei fornitori, vengono calcolate le modalità di distribuzione della pubblicità, le consegne e l'azienda non impiega solo lavoratori , ma anche economisti qualificati? A parità di condizioni, colui che implementa e gestisce i processi aziendali trarrà tutto il profitto.

Cos'è la gestione dei processi aziendali

Il Business Process Management è un approccio sistematico alla gestione. Il suo obiettivo è migliorare continuamente le prestazioni e i processi dell'organizzazione. L'azienda studia a fondo i propri processi, li analizza per migliorarli regolarmente.

- Per processi aziendali si intendono non solo i cicli di produzione dei prodotti di fabbricazione, ma anche i processi di servizi aziendali ausiliari che influenzano il risultato finale. Sulla base di ciò, quasi tutti i processi in azienda possono essere attribuiti a processi aziendali, - spiega Oleg Filippov, professore associato presso l'Istituto di finanza e sviluppo sostenibile della RANEPA.

L'obiettivo principale di un'azienda è il profitto. C'è un certo percorso per arrivarci, a volte più di uno. Quale è ottimale? Determinazione dei punti chiave lungo questo percorso, metodi di raggiungimento e metodi di controllo è la gestione.

- Per dirla semplicemente, il processo aziendale di "Gentlemen of Fortune": "Rubato-bevuto-in prigione". Non è la migliore strategia! Pertanto, i veri imprenditori usano sequenze diverse. Ad esempio, il più semplice "comprato lì-portato qui-venduto". O non meno comprensibile, ma dispendioso in termini di tempo "arato-seminato-trasformato-raccolto-venduto". Analizzare che tipo di attività fare, valutare il tempo e le risorse spesi, calcolare i rischi di fallimento è già una gestione, - spiega Dmitry Bocharov, lo sviluppatore di istruzioni metodologiche e standard per il sistema di gestione della qualità secondo ISO.

Struttura di gestione dei processi aziendali

Tutti i processi aziendali possono essere suddivisi in tre gruppi.

1. Processi di gestione. Sono necessari per pianificare, analizzare, diagnosticare le attività. Attraverso efficaci processi di gestione è possibile garantire il raggiungimento degli obiettivi produttivi legati all'ottenimento di valore per l'utente finale.

Questi processi includono pianificazione e budget, analisi delle condizioni finanziarie ed economiche, definizione di obiettivi ottimali, implementazione di KPI (indicatori chiave di prestazione) e BSC (balanced scorecard).

2. Processi di produzione. I principali processi con cui l'azienda produce prodotti, esegue lavori e fornisce servizi. Questa non è solo la produzione di prodotti da parte di imprese industriali, ma anche programmi educativi nelle università e servizi di trasporto di società di logistica, cucina nei ristoranti, ecc.

Piano aziendale; Autotrasporti: esempio, campione
Piano aziendale del trasporto
  • Momento della lettura. 23 minuti
I genitori sono felici di coccolare i propri figli. Approfittane e apri un parco divertimenti per bambini. E il nostro business plan ti aiuterà in questo!
La realtà virtuale come azienda
  • Momento della lettura. 8 minuti
Piano aziendale della banca
Piano aziendale per l'apertura di una banca
  • Momento della lettura. 17 minuti
Piano aziendale; Piscina
Piano aziendale della piscina
  • Momento della lettura. 11 minuti
Usiamo i cookies.
Usiamo i cookie per assicurarti di darti la migliore esperienza sul nostro sito web. Usando il sito Web accetti il ​​nostro utilizzo dei cookie.
Consenti i cookie.